You are here: Home GREGORIAN Analecta Gregoriana 236 Chiesa e Società civile al Concilio Vaticano I

GBPress.net Gregorian & Biblical Press

Il tuo carrello

Il carrello è vuoto.

236 Chiesa e Società civile al Concilio Vaticano I

E-mail Stampa PDF

Petruzzi Paolo   

 “Analecta Gregoriana” 236

1984, pp. XXIV - 273

978-88-7652-540-7  

€25.00
Acquista



Il solenne Te Deum del 1870, al temine della lettura della Costituzione Pastor Aeternus, avveniva il primo Concilio Vaticano alla rapida conclusione. La definitiva sospensione dei lavori, veniva ad interrompere le attività di una grande assemblea ecumenica, che aveva visto riuniti intorno al Romano Pontefice i vescovi dell’intera cattolicità, inviati a Roma per affrontare collegialmente i gravi problemi che la chiesa andava incontrando da tempo nella società moderna. Era stata soprattutto l’esigenza di rispondere con fermezza agli errori del tempo e alle relative conseguenze di ordine politico-religioso , a convincere Pio IX della opportunità di un concilio generale. Ma il corso degli avvenimenti consentì ai padri sinodali di giungere soltanto all’approvazione di due costituzioni dogmatiche Dei Filius e Pastor Aeternus. L’animato dibattito sull’Infallibilità, le accese polemiche tra maggioranza e minoranza, iniziate già prima dell’apertura del concilio, non mancarono di influenzare gli orientamenti della ricerca storiografica, fin dagli anni successivi alla conclusione del Vaticano I. Del resto era inevitabile che gli studi e le sintesi generali prendessero in esame principalmente le problematiche riguardanti l’iter di formazione di un decreto in cui era definito uno dei dogmi più importanti del cattolicesimo.

 

 

 
Powered By JFBConnect


Network



Centro Assistenza

DOVE SIAMO
Piazza della Pillotta 35
Visualizzazione ingrandita della mappa
Visualizzazione ingrandita Street View

Non esitare a contattarci per ogni informazione o dubbio