You are here: Home UNIVERSITÀ GREGORIANA Miscellanea e storia pontificia

GBPress.net Gregorian & Biblical Press

Miscellanea e Storia pontificia

Direttore: Marek Inglot, S.J.

Dal 1939 la collana pubblica studi che riguardano principalmente la storia pontificia; propone risultati di ricerche originali su aspetti di storia della Chiesa dalla antichità ad oggi. Offre l’occasione per la Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa di riflessioni sul patrimonio storico-artistico della Chiesa. Promuove l’incontro tra studiosi di diverse generazioni, il confronto con la storiografia internazionale e il dialogo tra storici di professione e studenti.



Anselmo e la ‘nuova’ Europa

E-mail Stampa PDF

Cipollone G. - Boari M.S. (eds)

“Miscellanea Historiae Pontificae” 70

2014, pp. 368

978-88-7839-272-4  

€37.00
Acquista
 


 

Il volume è frutto del Congresso organizzato in stretta collaborazione tra la Pontificia Università Gregoriana e il Ministero dei Beni e le Attività Culturali, in occasione del IX centenario della morte di sant’Anselmo e celebrato presso la medesima Università. In accordo con le attuali esigenze che sorreggono il nuovo modo di scrivere la storia – rileggere insieme la storia per riscriverla insieme – i contributi esprimono pluralità di vedute tenute insieme da integrazione e confronto. La provenienza degli autori da varie nazioni e da varie latitudini culturali, conferisce ulteriore ricchezza al volume. Dal titolo appare evidente l’intenzione di proporre la riflessione sulla figura di Anselmo da una angolazione inusuale: il suo contributo alla costruzione d’Europa. Si propone una nuova lettura sul modo in cui Anselmo ha applicato ‘nella pratica’ i principi del suo pensiero filosofico e teologico. Infatti per il suo ruolo di arcivescovo, di una sede così importante come quella di Canterbury si è visto collocato, suo malgrado su un piano di particolare visibilità internazionale e quindi di necessario rapporto con cristiani e non cristiani di altra sensibilità culturale.

Giulio Cipollone, professore ordinario di Storia medievale nella Facoltà di Storia e Beni culturali della Chiesa nella Pontificia Università Cregoriana. E’ stato organizzatore e relatore in numerosi Congressi nazionali ed internazionali su temi che riguardano il medioevo, le relazioni tra Cristianesimo e Islam e il dialogo tra le culture. Collaboratore in vari progetti europei di ricerca e membro di alcune Accademie e Centri di studio internazionali, come la “Society for the Study of the Crusades and the Latin East”. Autore e curatore di numerose pubblicazioni, fra altre, con attinenza alla storia medievale.

Maria Silvia Boari, docente incaricato di Biblioteconomia e bibliografia della Facoltà di Storia e Beni culturali della Chiesa nella Pontificia Università Gregoriana, Dal 2000 redige la bibliografia di Archivum Historiae Pontificae. Bibliotecaria presso l’Ėcole Francaise de Rome . Consulente di programmi RAI.

 

Paulo Apostolo Martyri

E-mail Stampa PDF

O. Bucarelli - M.M. Morales (a cura di)

"Miscellanea Historiae Pontificiae" 69

pp. 296 (40 tavole a colori)

978-88-7839-140-6

€37.00
Acquista

 


L'apostolo San Paolo nella storia, nell'arte e nell'archeologia

Nella ricorrenza del bimillenario della nascita dell’apostolo Paolo, la Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa ha promosso la Giornata di studi Paulo Apostolo Martyri. L’apostolo San Paolo nella storia, nell’arte e nell’archeologia. Campo di ricerca privilegiato è stata la città di Roma, il cammino di Paolo dal suo arrivo nell’Urbe, sino al martirio e al luogo della sepoltura, utilizzando in modo interdisciplinare fonti storiche, archeologiche, topografiche, epigrafiche, storico-artistiche e anche liturgiche, per approfondire la genesi e lo sviluppo del culto e della devozione di Paolo congiuntamente a Pietro da parte della Chiesa e del popolo cristiano. Devozione e culto che necessariamente passavano attraverso la rappresentazione di un volto il cui divenire è stato in questo volume ripercorso dall’antichità sino all’inizio del medioevo.


Martín Maria Morales S.I. direttore del Dipartimento di Beni Culturali della Chiesa e dell’Archivio Storico della Pontificia Università Gregoriana, professore straordinario nella Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa nella medesima Università. Tra le sue pubblicazioni: La Librería Grande. El Fondo Antiguo de la Compañía de Jesús en Argentina (Roma, 2002); A mis manos han llegado.  Cartas de los PP. Generales a la Antigua Provincia del Paraguay (1608-1639) (Madrid, 2005); Il restauro del libro tra Roma e Buenos Aires, con V. Federici e M. Zanetti (Roma, 2008); Imago et umbra. Programma di digitalizzazione per l´Archivio Storico della Pontificia Università Gregoriana: criteri, metodi e strumenti, in Digitalia 2 (2010), pp. 79-99.

Ottavio Bucarelli
docente incaricato associato di Archeologia ed Epigrafia Cristiana Medievale presso la Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa, della Pontificia Università Gregoriana.  Membro del comitato di redazione della rivista Temporis Signa. Archeologia della tarda antichità e del medioevo (Spoleto, Fondazione CISAM), per cui cura la Rassegna bibliografica di Epigrafia. Tra le sue pubblicazioni: Museo Archivio Giuseppe Vedovato, Pontificia Università Gregoriana (Roma, 2007); La carità del Papa. Benefici e beneficiati nelle Epistole di Gregorio Magno, in L’Orbis Christianus Antiquus di Gregorio Magno (Roma, 2007); I mestieri e le professioni nelle epigrafi cristiane della provincia d’Africa, in L’Africa Romana. Vol. 18, I luoghi e le forme dei mestieri e della produzione nelle province africane (Roma, 2010); Il Trastevere nel medioevo: continuità e trasformazioni tra IX e XII secolo, in Trastevere un’analisi di lungo periodo (Roma 2010); Carta archeologica del Trastevere in età medievale (con Paola Guerrini) (Roma 2010).


 

 

la condamnation des livres coperniciens et sa révocation

E-mail Stampa PDF

Mayaud, Pierre-Noël

“Miscellanea historiae pontificiae” 64

1997, pp. XII-352

978-88-7652-760-9

€30.00
Acquista


 

Le but de cette étude est de présenter les documents des Acta Sacrae Indicis Congregationis que l’auteur a eu la possibilité d’identifier. L’auteur a fait cette présentation en s’efforçant de situer leur contexte historique et d’analyser la portée de chacun d’eux. Simultanément les multiples questions posées par leur interprétation a conduit l’auteur à retracer partiellement l’histoire de la congrégation de l’Index. La première Partie décrit la mise à l’Index de 1616 et son complément en 1620. La IIème Partie traite de diverses éditions de livres coperniciens. La IIIème Partie décrit l’histoire du retrait dans toute la complexité de ses deux étapes, celui partiel de 1757 et son achèvement  en 1833-1835.

 

la compagnia di Gesù nell’impero russo (1772-1820) e la sua parte nella restaurazione generale della compagnia

E-mail Stampa PDF

Inglot, Marek

“Miscellanea historiae pontificiae” 63

1997, pp. XXVI- 338

978-88-7652-722-7

€30.00
Acquista


 

Questo lavoro si propone di esporre le vicende legate alla Compagnia della Russia Bianca, che condussero alla restaurazione della Compagnia di Gesù nel 1814. L’autore ha voluto sviluppare l’argomento nel quadro delle vicende di questa provincia dell’ordine. La storia di quest’ultima fu caratterizzata da incertezze riguardanti l’esistenza stessa dell’Ordine in Russia –sia nei primi anni che a partire dal 1814-  e fu poi segnata poi da tensioni interne all’ordine. In mezzo a queste peripezie, tuttavia, l’ordine continuò con perseveranza e determinazione la propria missione. Il lavoro è diviso in due parti. La prima si occupa della storia dei Gesuiti nell’impero russo, fino alla loro espulsione nel 1820, mentre la seconda analizza le vicende dell’Ordine nella Russia Bianca.

 

le nomine vescovili e cardinalizie in Francia alla fine del sec. XIX

E-mail Stampa PDF

Rota, Livio

“Miscellanea historiae pontificiae” 62

1996, pp. XXVIII- 372

978-88-7652-690-9

€30.00
Acquista


 

L’autore, con questo studio, ha voluto dedicare la sua ricerca ad un aspetto circoscritto della vita politico-religiosa della Francia della Terza Repubblica: la nomina dei vescovi e dei cardinali. Come si giungeva all’episcopato nella Francia di fine Ottocento? Tale è l’interrogativo che ha innescato l’indagine di Rota, che ha via via preso i connotati di una ricerca sulle forme, i modi e lo spirito con cui si provvedeva alla cura pastorale delle diocesi ai massimi livelli. L’analisi di fondi archivistici vaticani e parigini, finora inesplorati in questa direzione, permette di ricostruire la vita dei candidati all’episcopato, osservata da due diverse prospettive, quella dell’ambiente ecclesiastico e quella dei ministri, prefetti e funzionari della Repubblica.

 

prima sedes a nemine iudicatur

E-mail Stampa PDF

Vacca, Salvatore

“Miscellanea historiae pontificiae” 61

1993, pp. XXII-270

978-88-7652-662-6

€25.00
Acquista


 

Lo scopo della ricerca è analizzare e approfondire, in prospettiva storica, il principio recitato dal canone 1404 del vigente codice di Diritto Canonico: Prima Sedes a nemine iudicatur. Si cercherà di studiarne la storia, e di capire come e in mezzo a quali ostacoli questo assioma si è sviluppato ed evoluto nel tempo. Verrà infine analizzata la sua applicazione e attualizzazione lungo la storia del papato fino al Decreto di Graziano (1141). Questi, infatti, riguardo al contenuto e allo sviluppo del tema, si pone come punto di arrivo e di sintesi di un millennio di storia ecclesiastica. Egli costituisce, nello stesso tempo, il punto di partenza e il fondamento per lo studio delle fonti canoniche nell’elaborazione e nella stesura del Codice del 1917.

 

Pio IX (1846-1850) Pio IX (1851-1866) Pio IX (1867-1878)

E-mail Stampa PDF

Martina, Giacomo

“Miscellanea historiae pontificiae” 38 51 58

1990, pp. XII-614

2002380000005 Cofanetto  3 voll. (n. 38 + n. 51 + n. 58)

€75.00
Acquista


 

Il primo volume tratta dei primi anni del pontificato di Pio IX, segnati dalla crisi di fondo che investe gli stati italiani. Dopo l’iniziale coinvolgimento del papa negli entusiasmi travolgenti del ’48, si passa ad una politica di incertezze e ad una certa involuzione dello stesso pontefice. Il secondo volume analizza lo stato d’animo del pontefice dopo gli avvenimenti del biennio 59-61 e le su azioni più importanti, come la definizione dell’Immacolata Concezione e la condanna degli errori moderni (Sillabo e Quanta Cura). Nel terzo volume l’autore studia il comportamento del papa durante il Vaticano I e tenta un bilancio teologico e storico del concilio. Infine, si analizza la chiusura del suo pontificato, nel clima di ostilità tra chiesa e mondo civile.

Giacomo Martina è nato il 12 dicembre 1924. Nel dicembre 1939 è entrato nella Compagnia di Gesù; nel 1953 viene ordinato sacerdote. Nel 1947 consegue la Licenza in filosofia e nel 1954 il Dottorato in Storia Ecclesiastica presso la Pontificia Università Gregoriana; nel 1950 Laurea in Lettere classiche alla Sapienza di Roma. Ha insegnato storia della Chiesa nel Seminario di Anagni e dal 1964 al 1994 alla Facoltà di Storia Ecclesiastica della Pontificia Università Gregoriana.

 

cristianità-islam

E-mail Stampa PDF

Cipollone Giulio
“Miscellanea Historiae Pontificae” 60
2003 pp. XXXIV-554+8 TAVV. 
978-887652-649-7

€50.00
Acquista

 


 

L'interesse per il tema della cattività e della liberazione del medioevo nel periodo del pontificato di Innocenzo III, è un tema inesplorato. Tali fenomeni hanno chiari legami con la “guerra santa” fonte precipua di “cattività santa” e con un complesso di altri valori come ad esempio il commercio e il diritto. Questo lavoro fa necessario riferimento “all'altra parte” per tentare una lettura in parallelo. L'interesse di questo studio rientra nell'ottica di una religiosità monoteista tesa verso la soluzione umanitaria e caritativa di un problema in comune, della Cristianità e dell'Islam.

Giulio Cipollone, attualmente Vicario parrocchiale di S. Maria delle Grazie alle Fornaci,

 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »
Pagina 1 di 2
Powered By JFBConnect


Network



Centro Assistenza

DOVE SIAMO
Piazza della Pillotta 35
Visualizzazione ingrandita della mappa
Visualizzazione ingrandita Street View

Non esitare a contattarci per ogni informazione o dubbio